progettare per tutti

home home | indice occhio all'immagine | photo credits Fabrizio Vescovo  

foto 01

foto 02

foto 03

foto 04

foto 05

 

 

 

 

 

 

L’isola Tiberina a Roma, senza barriere, finalmente accessibile a tutti di Fabrizio Vescovo, architetto

Utilizzando le disposizioni normative nazionali per l'accessibilità ed il superamento delle barriere architettoniche (vedi 1) è stato possibile nella estate 2004 mettere in atto specifici accorgimenti per adeguare i luoghi ove sono stati previsti spettacoli ed eventi ricreativi e culturali e realizzare quindi una importante verifica nell’ambito di una "storica" manifestazione dell’estate romana.

La manifestazione estiva svoltasi per oltre tre mesi all’Isola Tiberina è stata resa fruibile anche alle persone con difficoltà motoria, mediante la istallazione e l’utilizzazione di una cosiddetta opera provvisionale. Un comodo ascensore da cantiere , temporaneo, utilizzabile anche da parte di persone anziane o con disabilità.

Per la prima volta, l’importante evento è stato pensato in sede di progettazione ed attrezzato in modo da poter essere goduto agevolmente da parte di una "utenza ampliata". Essa comprende un gran numero di persone che per la loro età o per situazioni di svantaggio, anche per periodi limitati, risultano scoraggiate o addirittura impedite alla frequentazione di luoghi ed attività che dovrebbero invece risultare "aperti al pubblico"ed incentivare la partecipazione ed il confronto.

L’associazione Amici di Trastevere e l’associazione S. Egidio, con il sostegno dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma, hanno inteso recepire positivamente i suggerimenti di coloro che volentieri avrebbero voluto partecipare all’iniziativa ma nella quotidianità vengono scoraggiati e resi "handicappati" per la presenza continua di insormontabili ostacoli architettoniche e ambientali.

L’idea semplice, per quanto efficace e determinante, è stata proposta da chi scrive. Peraltro il suggerimento di utilizzate tali apparecchiature temporanee era già emersa in più occasioni nell’ambito delle docenze del Corso Post lauream "Progettare per tutti senza barriere" della Facoltà di Architettura "Valle Giulia" –Università di Roma -La Sapienza.

Una specifica ed esauriente direttiva della Regione Lazio sulla possibilità di utilizzare "ascensori da cantiere" anche per risolvere e superare barriere architettoniche è stata predisposta, di concerto con l'ISPESL, e pubblicata sul BUR (vedi 1). Nel caso dell’isola Tiberina si è trattato in sintesi di provvedere alla integrazione delle istallazioni temporanee previste e necessarie allo svolgimento della manifestazione in argomento (gazebi, impianti elettrici e per la amplificazione del suono, scale provvisorie per il flusso pedonale, ecc.) con il montaggio di un "ascensore da cantiere", a cremagliera, che in questa occasione è stato possibile realizzare in base alla disponibilità dalla Alimak SpA di Colle Val d’Elsa, che ha fornito e istallato l’attrezzatura tecnologica in argomento.

Questo semplice impianto, supportato dal personale addetto al servizio, ha risolto positivamente per centinaia di persone, in modo confortevole, sicuro e non emarginante, il problema di superare il notevole dislivello esistente tra il marciapiede e la sottostante banchina lungo il fiume Tevere. In questo modo si è resa possibile la frequentazione di una importante evento, nell’ambito di uno "spazio prezioso" , luogo carico di suggestione e di particolare valore paesistico ambientale, a tutti coloro che non possono o non se la sentono di affrontare i numerosi gradini esistenti (cardiopatici , persone anziane o con bambini piccoli, persone con disabilità, ecc.).

Ci sembra utile aver fatto questo preciso riferimento ad un caso concreto nella speranza che questo tipo di soluzioni tecniche, peraltro ancora inusuali , ma rispettose di tutte le normative vigenti per l‘accessibilità e la sicurezza, possano essere prese in considerazione e replicate anche in altri contesti e situazioni diverse. Esse , infatti, sono in grado di rispondere positivamente ai "requisiti prestazionali" richiesti dalla legge e al contempo di incentivare davvero importanti momenti di incontro e partecipazione tra gli uomini.

Supplemento ordinario n.3 al "Bollettino Ufficiale Regione Lazio" n.7 del 10 marzo 2003 pagg. 58-70

Manifestazioni temporanee in luoghi aperti. Prescrizioni e orientamenti ( 148 kb)

Accessibilità degli spazi urbani. Apparecchi sollevamento provvisionali ( 202 kb)

 

Copyright © Progettare per Tutti 2002. All rights reserved | chi siamo | mappa del sito | credits | contattaci